Chiudi

Single Malt Scotch Whisky 18 Years 0,70l

Single Malt Scotch Whisky 18 Years 0,70l

Caol Ila

110,00 € ( € 157.14 / l )
1 aggiunti
Aggiungi a lista spesa
OR
Descrizione

Il Caol Ila Single Malt Scotch Whisky 18 Years è uno dei whisky più tipici e caratteristici di questa storica distilleria dell'isola di Islay, l'unica esposta ad est, il che dona alla torba impiegata nella distillazione un elevato contenuto di iodio, che ritroviamo nel carattere balsamicamente marino, delicato e fresco di questo whisky. Viene invecchiato un botti di rovere per almeno 12 anni, a cui segue un ulteriore affinamento in bottiglia.

Oro lucente ed etero nel calice con riflessi ambrati; il bouquet è sognante e crepuscolare con le caratteristiche note iodate e salmastre, seguite poi da fieno, pinoli e mela cotogna affumicata. Sorso morbido e avvolgente, contraddistinto da una grande e potente eleganza: frutta matura, miele di corbezzolo, spezie e castagne affumicate su legno d'acero.

Dettagli
SKU 4646
Produttore Caol Ila
Note Per ulteriori informazioni relative alle etichette dei prodotti ti invitiamo a contattare il nostro Servizio Clienti.
Etichetta prodotto Le indicazioni riportate sulle etichette dei prodotti potrebbero variare per motivi da noi indipendenti, pertanto potrebbero esserci delle discrepanze tra le informazioni presenti sul sito e quelle presenti sui prodotti consegnati. Ti invitiamo a verificare sempre le informazioni riportate sul prodotto prima del suo consumo o utilizzo.
Capacità 0,7l
Gradazione Alcolica 43
Policy prodotto non disponibile Sostituisci con un prodotto simile, Chiamami per propormi alternative, Rimuovi dall'ordine
Produttore
“Caol Ila” in gaelico indica il “Sound of Islay”, lo stretto che separa l'isola di Islay da quella di Jura, nella costa occidentale della Scozia. Sita sulla costa di Sound, vicino a Port Askaig nella punta nord orientale dell’isola di Islay, viene fondata da Hector Henderson nel 1846, che seleziona questo particolare luogo per l’accesso a quelle materie prime che permetteranno la produzione di un single malt scotch whisky di qualità impareggiabile.. Tra questi troviamo la purissima acqua di Loch Nam Ban e l’orzo maltato a Port Ellen. Attualmente è parte del gruppo multinazionale Diageo, che ha prestato particolare cura a preservare l'assoluta artigianalità dei metodi produttivi; produce circa 3 milioni di bottiglie, sia di blened whisly che di pregiatissimi single malt, tutti caratterizzati da una territorialità e profondità uniche. Vittorio Capovilla abbandona la sua precedente carriera nell'industria e nel 1974 si dedica anima e corpo alla sua vera passione, i distillati. Oggi è riconosciuto al livello globale come uno dei migliori 4-5 distillatori al mondo. Inizialmente il successo arriva per l'inarrivabile qualità dei distillati di frutta, anche spontanea, che provengono quasi sempre dalla sua piccola azienda biodinamica o da fornitori accuratamente selezionati, mentre l'acqua arriva da uns sorgente alpina sul vicino Monte Grappa. Oggi la linea di preziosi distillati Capovilla include, oltre a quelli di frutta, le grappe di qualità e valore culturale ed emozionale unico, distillate da vinacce sempre con bassisimi tenori di solforosa e i suoi incredibili rum agricole Rhum Rhum, distillati con tecniche antichissime da rare varietà di canna da zucchero a Guadalupe e Marie Galante. Dice VIttorio."“Mi piacciono le cose belle della vita, le buone amicizie e coltivarle proprio come la buona frutta. Ogni mattina quando mi alzo scopro di avere un futuro, perché ogni giorno, grazie a questo lavoro, ho qualcosa di nuovo da scoprire. “ Delamain vanta una storia e tradizione di produzione di Cognac di qualità e altissima espressività che affonda le sue radici addirittura nel XVII secolo. Ancora oggi la storia continua con la distillazione solo delle migliori vinacce dei cru più pregiati della zona del Grand Champagne. Cognac di raro carattere e incisività. Nel 1925, proveniente da una famiglia attiva nella distillazione di vinacce e produzione di grappa fin dal XVII secolo, Serafino Levi fonda nella sua abitazion quella che oggi è la Romano Levi (attuale titolare), importante realtà artigianale che ci regala grappa di grandissima finezza e profondità. Si utilizza ancora oggi il vecchio alambicco discontinuo in rame del fondatore, e Romano stesso disegna e incolla a mano le preziose etichette. Eataly ha scelto Montanaro perchè la distilleria al centro delle terre del Barolo è rimasta inalterata così come nel 1885 quando Francesco Trussoni, alchimista e maestro di alambicchi, creò la grappa di Barolo. Ancora oggi regnano le grandi e piccole botti di rovere e gli alambicchi di rame originali. Nel 1922 l'azienda passò sotto la guida di Mario Montanaro, perfezionatore dei processi produttivi e erede di una rigorosa metodologia, da sempre alla base di quell'ecosistema irripetibile dove nascono i distillati Montanaro. Oggi l'azienda è diretta ancora con grande maestria e ripropone ogni giorno i valori della grappa artigianale della Montanaro di sempre. Il risultato è un prodotto straordinario, ora come allora. Nel 1987 Thomas E. Bulleit Jr corona il sogno di una vita e lascia una fiorente carriera da avvocato per dedicarsi a recuperare la ricetta del Bourbon del suo antenato Augustus, che nella sua taverna nel Kentucky si dedicò a creare il più inimitabile Bourbon tradizionale. Oggi i whiskey Bulleit sono prodotti in Kentucky con un rigoroso controllo della filiera, infaticabile aderenza alle tradizioni e i migliori ingredienti, tra cui quello principe della segale ma anche mais e malti d'orzo. Whiskey potenti, raffinati e caratteriali. Il Piemonte da sempre lega la sua storia a quella delle vigne: una terra imbevuta dell'armonia del vino, la stessa in cui nasce Brandini, azienda agricola biologica da sempre impegnata nell'interpretazione creativa delle proprie tradizioni. Nel cuore di La Morra (Cn), i migliori vini della tradizione piemontese vengono prodotti con la supervisione di Beppe Caviola, attualmente considerato uno dei migliori enologi italiani. Nel 1997 Fabrizio Ressia decide di dedicare ogni energia alla produzione vinicola: sceglie di adottare metodi di coltivazione rispettosi dell’ambiente (la lotta integrata) e di ridurre la produttività, piantando nuove vigne che permettessero di ottenere produzioni ancora più pregiate, con un occhio all'innovazione. Oggi, grazie al suo impegno e alla sua passione, l'azienda produce vini di altissima qualità, con un tocco di personalità in più. L'obiettivo di Massimo Rattalino è quello di realizzare qualcosa di unico, grazie alla dedizione e alla grande passione per il vino. L'amore per la tradizione enologica piemontese costituisce il fondamento dell'azienda, che si è posta un progetto ambizioso: vinificare prevalentemente nebbiolo e scommettere su questo vitigno ricco di storia e unico al mondo. L'azienda agricola Costadilà si trova nel cuore della marca trevigiana e nasce nel 2006 dal progetto dei due amici Mauro Lorenzon ed Ernesto Cattel, che hanno voluto riscoprire e valorizzare il tradizonale metodo di produzione del prosecco Colfondo, ovvero rifermentato naturalmente in bottiglia con i propri lieviti, e arricchirlo con le più avanzate concezioni di agricoltura biologica e vinificazione naturale. I vini di Costadilà sono quindi caratterizzati da una profonda ma elegentissima rusticità e presentano tutti i naturali lieviti in sospensione che danno corpo e carattere. La cantina, sita a Tarzo in provincia di Treviso, dispone di 7 ettari con orientamento a Sud-Eest e terreni calcareo-argillosi, ideali per la coltivazione dei vitigni tradizionali del prosecco, ovvero in maggiornza Glera con aggiunte di Bianchetta e Verdiso. I vigneti sono integrati da coltivazioni biologiche di frutta, olive ed erbe officinali. L'azienda nasce alla fine dell'Ottocento: Emidio Pepe, nonno dell'attuale Emidio che porta avanti la tradizione vitivinicola, avviò la produzione vinicola sulle colline toranesi. Generazione dopo generazione quei vini iniziarono a farsi conoscere per via del loro profondo legame con la terra d'origine anche grazie alla pratica della coltura biologica ancora prima che esistessero le certificazioni. Castello di Monsanto nasce negli anni 60 per volontà di Aldo Bianchi, originario di San Gimignano e tornato in Toscana dopo avere trovato fortuna in Nord Italia. Innamoratisi della vista sulla Val d'Elsa dal Castello di Monsanto, acquista immediatamente la tenuta, dove affinavano ancora vecchi vini. Il figlio Fabrizio lo affiancherà dando vita a un continuo lavoro di ricerca e valorizzazione di queste uve, terroir e tradizione. Questo marchio ha un'origine antica: ha origine da Emanuele Alberto, conte di Mirafiore, figlio naturale del re Vittorio Emanuele II e di Rosa Vercellana. Il conte di Mirafiore ebbe per primo l'idea di trasformare la tenuta da azienda agricola a casa vitivinicola. Nasce qui una linea di vini di altissima qualità, ispirati alla grande tradizione dei vini piemontesi, che ancora oggi portano il marchio storico originale “Casa E. di Mirafiore”. Fontodi, dal 1968 di proprietà della famiglia Manetti, storicamente attiva nella produzione delle terrecotte, è una delle cantine simbolo del rinascimento del Chianti e dell'avvento dei Supertuscans. Si trova a Panzano, frazione di Greve in Chianti, in una zona denominata “Conca d’oro”, che si affaccia sulla val di Pesa, Azienda biologica certificata, fa del rispetto della natura e valorizzazione di vitigno, tradizione e terroir i suoi valori portanti. Vini di grandissimo carattere, materia, longevità e bellissima territorialità. Chateau Pey La Tour, di proprietà del gruppo Dourthe, si estende142 ettari per una produzione media del “réserve” pari a circa 200.000 bottiglie. L'assemblaggio classico è composto da 58% merlot, 31% da cabernet-sauvignon e l’11% da cabernet franc affinato 11 mesi in barrique. La storia della famiglia Dourthe inizia più di 150 anni fa e oggi il nome è globalmente associato con Bordeaux di infinita classe e raffinatezza. ​COS nasce nel 1980, quando tecniche invasive e vigni gommo-legnosi imperavano in Sicilia, dal sogno di 3 ex compagni di scuola di Vittoria: Giambattista Cilia, Giusto Occhipinti and Pinuccia Strano. Iniziando quasi per gioco con le uve dei terreni dei genitori e parenti, intravidero presto il potenziale del terroir di VIttoria, unica DOCG in Sicilia, e decisero che solo l'agricoltura biodinamica e una cura zen per la vinificazione naturale potevano dare massima espressione alle uve. Tra i primissimi a utilizzare le anfore interrate, contenitore neutro ma che permette un graduale scambio d'ossigeno con l'ambiente e che vanta una tradizione di 8,000 anni dall'antica Roma alla Georgia.

L'azienda nasce alla fine dell'Ottocento: Emidio Pepe, nonno dell'attuale Emidio che porta avanti la tradizione vitivinicola, avviò la produzione vinicola sulle colline toranesi. Generazione dopo generazione quei vini iniziarono a farsi conoscere per via del loro profondo legame con la terra d'origine anche grazie alla pratica della coltura biologica ancora prima che esistessero le certificazioni.

Ingredienti e Etichetta
Ingredienti Contiene alcool Per ulteriori informazioni relative alle etichette dei prodotti ti invitiamo a contattare il nostro Servizio Clienti.