Chiudi

Jakot 0,75l

Jakot 0,75l

Dario Princic

31,80 € ( € 42.40 / l )
1 aggiunti
Aggiungi a lista spesa
OR
Descrizione

Come tanti vignaioli naturali del Collio sia italiano che sloveno, quando la UE vietò di utilizzare il tradizionale nome di vitigno Tocai e impose "Friulano", Dario Princic decise di chiamare il suo vino da questa uva tradizionale "Jakot". Lo Jakot di Dario Princic è uno spettacolare bianco naturale che vede una macerazione sulle bucce di 20gg o oltre a seconda delle annate, macerazione che gli infonde inarrivabile potenza, profondità e complessità.

Ambrato profondo e rilucente nel calice, il naso è inizialmente timido con note di te al bergamotto, marzapane e composta di carrube, per poi aprirsi verso un sorso maestoso ed emozionante. Il palato ci delizia con carambola essicata, susine gialle alla salvia e un vibrante e armonico sottofondo di mandorle amare fresche e tostate al miele.
 
Bianco elegante di struttura che ben si accompagna anche a piatti di terra come il tradizionale frico friulano, tortino di formaggio e patate, coniglio in umido e taglieri di salumi e formaggi.
Dettagli
SKU 154771
Produttore Dario Princic
Paese Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia
Capacità 0,75l
Gradazione Alcolica 14%
Produttore
​Dario Princic, la cui piccola azienda nei pressi di Oslavia ai piedi delle montagne che separano Friuli e Slovenia e guarda sia a Gorizia che a Nova Gorica, è un vignaiolo timido ma solo apparentemente chiuso. Mai si direbbe che per molti amanti del vino naturale è un vero mito vivente, con un seguito appassionatissimo soprattutto all'estero (in Giappone è quasi una rockstar). Un simbolo della viticoltura e vinificazione tradizionale che non ha mai guardato alle mode ma solo alla tradizione, anche la più dimenticata, e alla passione che lo lega al territorio. Con circa 10 ettari, di cui poco meno di 8 vitati, Dario lavora in maniera rigorosamente naturale, con utilizzo minimo solo di rame e zolfo, i vitigni del territorio: Pinot Grigio, Ribolla, Sauvignon, Friulano, Chardonnay e Merlot. Le fermentazioni sono spontanee in tini aperti senza controllo della temperatura e tutti i bianchi sono lavorati con lunghe macerazioni sulle bucce gestite con grande maestria, così da estrarre carattere, anima e complessità sempre armonizzate con una leggiadra bevibilità.
Ingredienti e Etichetta
Contiene Solfiti